Monday, May 03, 2010

Milly


E' vissuta a cavallo di due secoli, in equilibrio tra due religioni.
Ci ha lasciato un mese fa, la notte di Pasqua, quando il confine tra morte e rinascita è sottile.

Quando quindici milioni di italiani decidevano che non era importante esercitare il loro diritto di voto, lei ha messo a soqquadro la clinica perchè voleva votare. E c'è riuscita, con le ultime energie, determinata come sempre.

Mentre suo marito le faceva ritratti, lei cuciva e aggiustava e ricamava con la perfezione possibile solo a chi ha le mani sottili e tanto buon gusto.

I suoi compagni di Roma andavano a scuola, ma qualcuno fece delle leggi per le quali lei dovette smettere di studiare. Questo le ha dato una grinta che si direbbe impossibile in una donna così piccola ed elegante.

Il mondo girava, il destino si compiva e lei è sempre andata avanti con i suoi progetti.
Progetti che le hanno consentito di affrontare la malattia con una forza di volontà e speranza che io non ho mai conosciuto in nessun altro.
Un esempio di ottimismo e coraggio che porterò con me per sempre.

Mi manchi tanto Milly, ora a chi mostrerò i miei lavori, come se fossi mia madre, certa di un giudizio indulgente ma competente?

Dedicati a Milly:
marzo 2008
settembre 2008
dicembre 2008
maggio 2009

settembre 2009

3 comments:

Scarabocchio said...

Ho avuto la fortuna di conoscere Milly attraverso le tue citazioni, i tuoi racconti e i riferimenti alla sua bella persona!
Tu sei stata più fortunata, perchè l'hai conosicuta di persona e conserverai di lei un ricordo bellissimo e difficilmente comparabile!
La lezione di vita di Milly ti accompagnerà per sempre e, anche se non avrai un suo riscontro fisico, di certo Lei benedirà, ovunque sia, ogni tua crocetta!
Ne sono certa!

barbara said...

Mi sà che ti lascerà un vuoto, ma allo stesso tempo un pieno di ricordi molto belli, per quel che ho potuto leggere dai tuoi post.. ciao Barbara

Mina said...

è stato bella conoscerla. Di lei restano i bei ricordi e ...una scatola di cotone da uncinetto che mi ha regalato qualche giorno prima di andarsene.
Sapeva che a lei non sarebbe servito più!
baci