Saturday, November 14, 2009

U.S.O.

Vi è mai capitato di avvistare un U.S.O.?
No, non un U.F.O. ma un U.S.O.: Unidentified Stinking Object.
Io sono una specialista, con la vecchia scusa che lavoro tanto quando sono a casa faccio tutto tranne che pulire. E ogni tanto nel frigo e nella dispensa un U.S.O. fa la sua comparsa.
Si tratta di un cartoccetto che un tempo conteneva cibo commestibile.
Poi con il tempo il processo di decomposizione ha fatto il suo corso.
Prima un puzzetto niente male del quale non si capisce la provenienza.
Esaurita la prima fase si passa alla muffa e poi alla mummificazione. Ed è a quel punto che casualmentel'U.S.O. si manifesta.
Ci vorrebbero quelli di CSI Miami e NewYork, in pattuglia congiunta guidati da Grisom per capire che la carta oleata una volta conteneva un pezzetto di formaggio, o che la retina avvolgeva un limone.
Il record dell'U.S.O. l'ho raggiunto con un piatto lasciato con tutto il suo contenuto, per tempo immemorabile nel forno a microonde.
Quando l'ho aperto una scena degna di Profondo Rosso e Psyco mi si è palesata.
Cacciato l'urlo disumano di prammatica ho buttato il forno a microonde con tutto il suo contenuto.

Ma si sa a noi donne che lavorano con l'hobby dell'uncinetto qualche debolezza si può anche perdonare.
Almeno finchè l'ufficio d'igiene non pensa di farci una visitina.

2 comments:

Scarabocchio said...

Io sono una specialista del settore!
Una volta dimenticai di lavare il boccale del Bimby dopo averlo utilizzato per non mi ricordo cosa, poi me ne tornai in patria per una decina di giorni per le vacanze di Natale!
Non mi addantrerò nei dettagli di cosa ho trovato al ritorno: un film dell'horror fà meno ribrezzo!
:D :D :D

bricolo-chic said...

ahahaha e temo che il bimby sia molto più costoso del mio microonde... cmq grazie cominciavo a sentirmi sola con le mie sventure!