Saturday, April 18, 2009

Voi che pel mondo gite vaghi...

Siccome non abbiamo niente da fare Mina ed io abbiamo ideato ed organizzato una uscita con i colleghi .

Ebbene sì uno di quei tremendi eventi di team building che però grazie alla nostra fantasia è diventato una bella occasione per stare insieme alle persone con le quali condividiamo tanto tempo. Le stesse persone che ci fanno sempre arrabbiare - ma ultimamente un po' meno perchè stanno donando qualche ora della loro retribuzione alle popolazioni terremotate - e in questa due giorni di relax abbiamo visto con occhi diversi .

Insieme ad altre attività che non vi svelo perchè prima o poi raccoglierò in un libro che mi farò pagare a peso d'oro, finalmente ho colto l'occasione per visitare il parco dei mostri di Bomarzo, una gità che consiglio a tutti perchè è veramente affascinante.

Si trova vicino a Viterbo e suggerisco vivamente la visita guidata.

Se possibile chiedete della guida Enzo un simpatico signore di Tarquinia - e non lo dico solo perchè mi ha preso per esempio della donna etrusca, emancipata, con la chioma scura, la pelle chiara e gli occhi grandi, che quando lo saprà il cugino maggiore discendente diretto del ceppo etrusco creperà di invidia - ma perchè ha saputo rendere con tanti racconti e aneddoti la visita ancor più interessante.

Credo proprio che il Gaudì si sia ispirato a questo parco per realizzare il suo a Barcellona, il parco Guell. Troppo simili il suo mostro-salamandra che spaventa chi arriva e il colonnato obliquo come la casetta di Bomarzo. Le panchine della terrazza del Gaudì sono identiche a quelle di fronte al ninfeo voluto da Vicino Orsini. Adesso smanetto un po' su internet per cercare conferme della mia teoria.

Ah se smettessimo di passare i nostri sabato e domeniche nei centri commerciali e visitassimo più spesso queste chicche italiane...


Il 25 aprile la visita vale il doppio perchè nel paese di Bomarzo c'è la sagra del Biscotto.

3 comments:

Scarabocchio said...

Deve essere un posto ad alto tasso di... magìa!
L'ideale per portarci i bimbi ed inventare con loro un mucchio di storie strane!
Sulla mappa dell'itinerario ho visto anche una Tartaruga, peccato che non abbia trovato la foto della scultura: per caso tu ce l'hai???

bricolo-chic said...

sicuramente ne trovo una e te la pubblico, per i bimbi è l'ideale per lavorar di fantasia: altro che gardaland!!! E tu di fantasia abbondi!!!!!!!

wonder perlina said...

ci andrò con i bimbetti. grazie bricolo baci