Saturday, May 03, 2008

week end



E per festeggiare il lungo fidanzamento, con il pretesto del congresso di lavoro, ci siamo fatti il weekkendino a Sorrento.

Sorrento e la costiera amalfitana meritano.

Il prezzo da pagare è stare incolonnati almeno due ore tra Amalfi e Ravello, ma i profumi, lo spettacolo del mare e dei fiori - e il pensiero non espresso che dentro a quell'autombulanza che fatica a passare non ci sei tu - fanno sì che nessuno se ne lamenti.


Al solito oltre alle meraviglie naturalistiche ho apprezzato le delizie mangerecce, vedi brioche al gelato nella piazza di Ravello e sciarelli melanzane e mozzarella sotto la pergola di Sorrento.

Discorso a parte meritano la Frusta Sorrentina e la ciambella di pizza.

Vanno provate, non si può neanche tentare di raccontarle.

A completare la parte gastronomica ci pensa l'ex collega, al quale finalmente, proprio in quanto ex, puoi dare del tu, che nella villa del nuovo challenge (lo chiamano così quando per farti fare carriera ti fanno mollare tutto e ti spediscono in location improbabili, ma in fondo non gli è andata poi male se l'alternativa era Rabat) propina con maestria bruschette all'aglio di Sorrento, treccia di mozzarella, sogliole e orate alla brace.
L'aglio va rigorosamemente comprato e portato a casa, con la macchina che non avrà tema di vampiri fino al momento della rottamazione.

Le cianfrusaglie abbondano, sono per la maggior parte schifezze Made in Prc, che sarebbe la Cina che si dà un tono, ma passeggiare tra i negozietti di souvenir è un richiamo irresistibile.

Poi l'occhio attento di chi di uncinetto se ne intende avvista un negozietto di lavori di cotone fatti a mano con cappellini molto originali, ma l'arrogante proprietaria ha messo un cartello "no foto". Peggio per lei non avrà l'onore di questa vetrina.



Onore che si invece si aggiudica a pieno titolo la signora Maria, che ti confessa il vizio per la
sigarettina, cuce i vestitini di Sangallo e ti regala una posa e un gran sorriso.



Se c'è chi non viene da queste parti e parla solo di immondizia è perchè ce l'ha nel cervello.



2 comments:

ARTISTICANDO: said...

mmmmhhm, che belle cose, e buone ! Beati

Scarabocchio said...

Taccio di fronte a quelle bontà culinarie che si commentano da sole!

Mi intenerisce molto la foto della Signora Maria,"incoronata" da piccole opere di perfezione artistica senza pari!

Infine quoto in pieno la frase finale del post!