Thursday, May 22, 2008

divieti

Sui giornali di ieri si discuteva sulla necessità di introdurre una legge che vieti la chirurgia plastica estetica ai minorenni; la legge servirebbe ad evitare che le ragazzine si rifacciano il seno o il naso solo per inseguire i canoni estetici imposti dalla pubblicità o dallo spettacolo.

A parte il fatto che se non ricordo male c'è un ministro nuovo di zecca che si dovrebbe occupare di semplificazione e cioè della riduzione delle innumerevoli, spesso inutili, quasi mai rispettate, leggi italiane, non dovrebbero essere sufficienti dei genitori sensati ad impedire plastiche inutili?

Io piuttosto sarei per un altro divieto: quello di Photoshop.

Per chi non lo sapesse Photoshop è un portentoso software di ritocco fotografico grazie al quale le attrici e le fotomodelle, possono apparire nelle pubblicità, nei servizi fotografici o sui calendari, senza una ruga, con i chiletti di troppo miracolosamente cancellati, senza il minimo accenno di cellulite.

Senza Photoshop si vedrebbe che non si tratta di modelli di perfezione inesistenti in natura, ma che anche le persone belle e famose hanno i loro difetti, anche se minimi pur sempre difetti.

Io voto per un mondo senza Photoshop, eppure sapeste come vengono bene i ritocchi sulle foto, basta solo prenderci un po' la mano...

1 comment:

ARTISTICANDO: said...

hai perfettamente ragione. Primo: chi glieli da i soldi ai minori per farsi la plastica?????
Secondo: dove stanno i genitori?????
Terzo: Ma i medici non dovrebbero chiedere i documenti????
Quarto: adesso provo con photoshop...e mi fermo li'.