Tuesday, May 08, 2007

Fanghi di guam ed altri intrugli

Oggi in mensa, mentre addentavo un bel bignè rosa ripieno di panna, e raccontavo della mia avventura con il cerotto, o patch per gli anglofili, anticellulite mi è tornata in mente quella volta dei fanghi di guam. Insomma le mie disavventure anticellulite.
La mia battaglia contro la cellulite, che a scanso di equivoci è ASSOLUTAMENTE PREVENTIVA, risale a tanti anni fa.

Invece di utilizzare sani ma noiosi metodi tipo bere due litri di acqua al giorno (e passare otto ore a fare andirivieni col bagno ma questo le riviste non lo dicono), a fare lunghe passeggiate o meglio ancora lunghe sessioni di palestra, invece di evitare noccioline e patatine, io compro i rimedi anticellulite in farmacia o in profumeria.

Vuoi mettere il fascino di spendere una cifra esagerata per una crema rispetto a bere acqua non gassata che è pure viscida?

Insomma ieri ho avuto per tutto il giorno la sensazione di avere la fodera del vestito arrotolata e invece era il cerotto sulla coscia, hai voglia a tirare giù la gonna.

Ma il top del top è stata la prova con i fanghi di guam: funzionano funzionano ti dicono quelle carogne delle amiche che ci sono già cascate. Sveglia alle sei di mattina, impiastricciata con il fango verde, che schizza dappertutto che in confronto farsi l'hennè è una pratica linda e pinta, incellofanata nel domopak, in cameretta per non disturbare sifolin foot e con le gambe alzate e i piedi appoggiati al muro per il doppio effetto riattiva circolazione, dopo due, forse tre minuti è iniziato un bruciore e pizzicore micidiale. E' notorio che la mia pelle diafana è molto sensibile.

Resisti, Resisti, Resisti chi bello vuole apparire un po' deve soffrire.

Il malefico ritornello di quando mamma cercava di domare la massa riccioluta in due lunghe trecce, riecheggiava nella mente. Ma dopo neanche cinque minuti di tortura ho mollato e lamentandomi ohi ohi cercando di non sporcare il resto della casa, una sorta di incrocio tra incredibile Hulk e la mummia, sotto lo sguardo attonito di sifolin foot che già al risveglio non è al massimo della concentrazione ma poretto pensava ad un incubo, ho sciacquato tutto.

Ogni anno però ci ricasco: stavolta fanghi di non so cosa ma con effetto gelo e mutanda di plastica sono lì che mi aspettano.
Prima però finisco i cerotti, domani coscia destra, che se sbagli l'alternanza ti ritrovi con una gamba scheletrica e l'altra buzzicona.

6 comments:

alealfoalfo said...

sono talmente pigra che solo l'idea dei fanghi mi infastidisce(bisognerebbe farli nei centri estetici ma ci vuole lo stipendio intero!)...quanto ai cerotti non buttare soldi!

catia said...

ah!ah!ah!ah!sei trooppo forte!Io,al momento giusto contatterò roy de vita o gasparotti e in anestesia totale chiederò di recuperare il recuperabile!

Artisticando said...

io ancora non mi capacito, eppure sei una persona sveglia. Lascia perdere cerotti, pecette, unguenti, fangazzate e altri spendisoldi. Ormai il segreto e' noto: quello che esce deve essere piu' di quello che entra!

Senninha said...

Troppo forte...mi hai fatto ridere di gusto, certo...povero sifolin foot, che gli tocca vedere!;-)

Anonymous said...

Be' probabilmente non hai abbinato una dieta ai fanghi... io ti posso assicurare che hanno funzionato... certo se continui a rimpinzarti di cibi ad alto contenuto di grassi... hai voglia a farti i fanghi! Non servono a niente! Come chi si fa la liposuzione e non cambia regime alimentare! Mah...

farmaciatop said...

per chi fosse interessato a informazioni sul prodotto e a un acquisto online a prezzi molto scontati segnalo:

http://farmaciatop.it/vendita_online/bellezza/fanghi-dalga-guam-1000gr

spedizione in tutta italia con corriere,

sperando di fare cosa gradita

http://www.farmaciatop.it