Wednesday, December 08, 2010

Il sogno nei cassetti

Ma ti pare che una cuginetta ha la mamma che gestisce una merceria ed io lo vengo a sapere solo quando la chiude?!?
Per fortuna il marito, che come tutti quelli con il mio dna odia il telefono, mi chiama in extremis e così - en passant - mi informa che oggi stanno aperti e se vogliamo andare a dare un'occhiata alle cose in liquidazione...
Catturo Artisticando (sì proprio lei, la scioperata del blog) e ci precipitiamo.
Non prima di aver dato una seria scandagliata al Mercatino dell'usato, dove non potevo farmi sfuggire il servizio da the da 12 persone anni cinquanta a quindici euro e un'altra teiera e lattiera a sei euro.
Quindi entriamo nell'emporio - perchè più che una merceria è proprio un emporio a tutti gli effetti - e rovistiamo, apriamo tutti i cassettini, alla scoperta di tutte le meraviglie che nasconde.
Bottoni di madreperla, fili da cucito, fili da ricamo, nastrini e passamanerie, si palesano man mano ai nostri occhi increduli.
Ecco avverato il sogno di una vita: entrare una merceria e rimanere dentro dopo l'orario di chiusura per frugare in santa pace in ogni angolino. Lontane dagli occhi indagatori delle proprietarie alla quale si chiede una sigaretta di filo bianco perchè la mente si annebbia, lo sguardo si perde al pensiero di tutte le cose celate dietro il banco, e non si ricorda più il motivo per il quale si è entrate.
La pazienza della cugina fa il resto e usciamo con pacchi e contropacchi, non prima di aver fatto convocare la mitica Pinta con tanto della supermitica Mani di fata che oggi compie 81 anni: auguri!!!


8 comments:

La Pecora Rosa said...

Anch'io sono reduce da acquisti vintage ed è una cosa che mi dà un'immensa soddisfazione.
Quei bottoncini sono delle chicche, hai fatto bene a prenderli.

Bacibaci,
I.

wonder perlina said...

Questo sì che si chiama lusso allo stato puro! ciao

Scarabocchio said...

Ma perchè le "botte di lato B" capitano sempre agli altri e mai a me? ^^
Nell'invidia più assoluta, però, riluce un barlume di contentezza per questa occasione che hai avuto e di cui hai fatto bene ad approfittare!
Lodi, lodi, lodi!

Patti said...

Sono tanto, tanto felice per te cara Bricolo...
(grrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr)

VerdeSalvia delle colline di Firenze said...

Ma perchè sei venuta via???
Dovevi farti chiudere dentro!

Quei bottoni, una meraviglia! Son proprio contenta per te, e prima che chiudano, una capatina ce la fare un'altra volta.
O due.
Facciamo tre, per sicurezza :)

Ines said...

Anche qui le mercerie stanno scomparendo e pare che il futuro sia quella mezza bacheca in testa ad una corsia nel supermercato... che tristezza!!
Però dev'essere stato bellissimo frugare tra i cassetti di una merceria... lo stesso sapore del frugare nel cestone del cucito della nonna.

PS: mi ha fatto molto piacere il messaggio che hai lasciato da me. Sto facendo un corso di taglio e cucito! Chissà che non torni a lavorare al mio blog;)

barbara said...

bè un bel bottino non c'è che dire, i guanti sono un'amore, ciao barbara

bricolo-chic said...

ciao ragazze, sapevo di suscitare la vostra invidia eheheheh!!! non è escluso che io ci rifaccia una capatina !