Saturday, March 15, 2008

Gadget elettronici

Mission Impossible adora i negozi di aggeggi elettrici quasi quanto io quelli di lana.

Quindi per compensare le mie maratone di shopping gli concedo un negozio di tv e lavatrici ogni cento di lana, vestiti e gioielli.
E mi sembra una equa proporzione.

Per lui ha un senso solo tutto ciò che è alimentato a corrente o batterie.
Abbiamo metà casa piena delle mie buste di lana, stoffa, cotone, fiori di bomboniere, nastrini e perline, e l'altra metà invasa da gadget elettronici e i loro implacabili accessori.

Abbiamo tre macchinette fotografiche digitali, una sveglia spara numeri sul soffitto che non sappiamo far funzionare e quindi ci sveglia una vecchia analogica rossa. Non ci siamo fatti mancare le radio ricetrasmittenti, il barometro, la telecamerina, l'avvitatore elettrico e una vecchia playstation.
Per non parlare del seghetto alternativo, e ovviamente il kit completo lettore dvd, satellite e digitale terrestre e i loro telecomandi, più quello universale con guscio di gomma.
Due ricarica batterie per la radiolina del bagno, due telefoni portatili per casa, due computer, due aspirapolvere tanto per ricordarci che anche noi siamo una coppia.

C'è una miriade di alimentatori con il pirulino (quello che si infila nel buchino dell'aggeggio elettrico) di ogni dimensione. La maggior parte sono aggrovigliati tra di loro e probabilmente l'utensile che dovevano alimentare si è rotto ed è stato buttato.
Non si trova però l'alimentatore dello scanner che fa bella mostra di sè in camera da letto ma non si accende.

Avvertenza per i ladri che potrebbero scambiare la nostra casa per un mega store di elettronica: l'80% degli aggeggi non funzionano o hanno la memoria piena quindi sono inutilizzabili. Il restante 20% però sono praticamente nuovi.

Non ho finito la frase "ogni volta che devo andare in un posto nuovo in macchi..." e mi sono ritrovata con un meraviglioso TomTom bluetooth da 275 euro.

"Era in offerta" esclama Mission Impossible.

"Chissà quanta lana ci compravo" penso io rimirando la scatola con cd e basetta per attaccarlo al pc.

Per fortuna l'alimentatore da casa è optional.

1 comment:

Artisticando: said...

mannaggia, pensavo parlassi anche dell'oggetto volante.... o forse ne hai gia' parlato?