Wednesday, May 04, 2011

160 in tre

Centosessantanni in tre, Gianna, Mina ed io, versione bricolo-rock.


E chi ha difficoltà con la matematica sappia che non bastano otto ragazze da venti per uguagliare il nostro pieno di grinta, vitalità, fascino, coraggio, determinazione e creatività.
Punto e a capo.

L'atmosfera iniziale del concerto è strana, donne all'80%, molte si specchiano negli occhi delle altre, spaesate.
Che ci facciamo qui? Non capiamo neanche qual'è il nostro posto a sedere.

Però quando vado in bagno e vedo una fila chilometrica di ragazze, mentre il bagno degli uomini è vuoto, penso "bimbe che ci venite a fare a vedere Gianna se non avete un pizzico di trasgressione?" e ci vado - tanto un bagno dove sono stati cinquanta uomini non è peggio di quello da cui sono passate cinquecento donne - alla faccia della fila.

E poi sul palco irrompe lei: matta e atletica, incredibile forma fisica per cantare e correre e saltare e buttarsi a terra che neanche l'operatore di ripresa riesce a seguirla (non ne fanno più di operatori seri, vero Mission Impossible?).
Altro che primipara attempata, questa le straccia tutte 'ste pischelle che alla prima settimana di gravidanza già stanno a letto, e per diciottomesi dopo il parto ancora fanno le gnegne.
Lei ha partorito da pochi mesi e già sta a palla sul palco, circondata da musicisti fichissimi, rigorosamente uomini, belli e forse per lei anche possibili.

Il primo piano mostra tutte le cedevolezze del suo viso, la magnificenza delle sue rughe senza un'ombra di silicone o di punturine. E' bellissima, sudata, coi quattro capelli appicciati, braccia e spalle da paura e il rimmel sbavato. Ed è sicuramente un vezzo, non è tipo da non sapere che esiste il waterproof.

Quando avevo saputo notizia della sua gravidanza ero contrariata.
Nel senso di arrabbiata e contraria alla scelta.
Poi ho sentito la sua canzone Ogni tanto ed ho capito.

La festa è finita e sappiate che stasera pischelle e maschi ne sono usciti stracciati.
Centosessanta a zero.
Buona notte da bricolo-rock.

4 comments:

Mina said...

e meno male che io c'ero..'!
alla faccia delle pischellette gnegne
Grazie Bricolo'

wonder perlina said...

che c'avete da di' voi due con le gravide allettate dalla prima all'ultima settimana? mi sento chiamata in causa, chissa' com'e'! eh eh eh, magari da vecchiarella divento come Gianna.

ps.: mai regalo di compleanno fu piu' azzeccato, sono contenta che alla fine ti sia piaciuto cosi' tanto.

Scarabocchio said...

Anvedi la nostra Bricolo!!!
Non ti conoscevo nella versione rockettare, anche se qualcosa avevo sospettato! eheheh!
Che entusiasmo, si percepisce tutta la tua gioia per aver vissuto questo intenso momento di evasione!
Son felice per voi 3!
E... W Gianna!

Froda said...

E' stato un concerto meraviglioso e Gianna.. impossibile da fermare! =)