Saturday, January 17, 2009

La cattiveria

Mi hanno prestato un libello sulla cattiveria.



Non perchè ci sia qualche allusione a me - ??? - ma perchè finalmente qualcuno si è accorto che dovremmo smetterla con il buonismo, soprattutto quando, politici o manager, abbiamo la responsabilità della cosa altrui.


La frase che leggo nel risvolto già mi piace e sembra sì che questa sia diretta a quelli che non condividono, non apprezzano, o semplicemente non capiscono le mie azioni:


E solo non dimenticando che la vita umana si regge su due diversi codici morali - il privato e il politico - si eviterà di scambiare per cattiveria quel che invece, il più delle volte, è "buon governo".




E poichè nella vita privata mi posso permettere il lusso di essere buona ho fatto un'altra civettina per far compagnia alla prima. Mai fare figli unici.




Il libro è
Apologia della cattiveria
Teodoro Klitsche de la Grange
ed. liberilibri

4 comments:

Artisticando: said...

Quanto hai ragione !! Sempre piu' spesso durante i corsi in aula dico ai miei allievi in HR che se i dipendenti non sono d'accordo su alcune scelte aziendali, la porta non e' chiusa a chiave e possono sempre andarsene.

Anonymous said...

Ciao, mi chiamo Cristina e mi piace molto lavorare a maglia e all'uncinetto... ho visto il tuo bellissimo poncho e ho provato a scaricare le istruzioni ... la seconda pagina (quella col punto) si vede molto bene ... però la prima pagina con le istruzioni e le misure mi appaiono troppo piccole e non riesco proprio a leggerle ! si può fare qualcosa? grazie mille in anticipo ... e complimenti x il blog !!

bricolo-chic said...

ciao Cristina, ora prova a cliccare sulla foto: dovrebbe aprirsi ingrandita! ciao e grazie per i complimenti!

Clodina said...

www.gazzettinadinip.it
Se ti và di curiosare.....è scritto da un amico di papà